Barcellona centro: vie principali, quartieri e attrazioni
Alice
Scritto da Alice

Il centro di Barcellona: come orientarsi nel cuore della città

| 0 commenti

Barcellona è una città tutto sommato “piccola”, se comparata ad altre famose città europee: ci si muove in maniera agile grazie all’efficiente rete di trasporti e a piedi si possono raggiungere tantissime delle sue attrazioni più affascinanti. 

Spesso, chi visita Barcellona per la prima volta si chiede quali siano le zone del centro imperdibili: ma definire il “centro” di Barcellona non è sempre semplice, perché esistono diverse opinioni su quale area rappresenti veramente l’essenza della città.

In questo articolo, vi accompagniamo attraverso i vivaci boulevard e i tranquilli vicoli, svelandone le principali attrazioni e i tesori nascosti. Che siate qui per un breve soggiorno o per un’esplorazione approfondita, preparatevi a lasciarvi incantare dalla bellezza e dalla complessità di Barcellona. 

La scelta su cosa vedere, naturalmente, dipenderà anche dal tempo che avete a disposizione. Per fortuna ci sono le nostre guide! Qui trovate diversi itinerari costruiti su più giorni e perfetti per farvi risparmiare tempo senza rinunciare alla bellezza di Barcellona:

  1. Itinerario di 1 giorno a Barcellona
  2. Itinerario di 2 giorni a Barcellona
  3. Itinerario di 3 giorni a Barcellona
  4. Itinerario di 4 giorni a Barcellona
  5. Itinerario di 5 giorni a Barcellona

Ora indossate scarpe comode e partiamo!

Passeggiata sulla Rambla
Vista della Rambla

Qual è il centro di Barcellona?

Identificare il centro di Barcellona può sembrare semplice a prima vista, ma in realtà dipende molto dalla prospettiva personale e dall’esperienza che si cerca in città. 

Per alcune persone, il centro di Barcellona è l’Eixample, con le sue grandi arterie e magnifici esempi di architettura modernista. Per altri, il cuore della città batte nelle strette vie medievali del suo storico Barri Gòtic. Questa diversità di prospettive rende l’esplorazione del centro di Barcellona un’avventura affascinante e variegata, dove ogni strada e piazza è una tela che ritrae storie di tempi passati mescolate con il pulsare della vita moderna.

Eixample o Ciutat Vella?

Per molti, il centro di Barcellona è simboleggiato dall’Eixample, un distretto progettato nel XIX secolo dall’architetto Ildefons Cerdà. Caratterizzato da strade larghe e un rigido schema a griglia, l’Eixample è il cuore del modernismo catalano e ospita alcune delle opere più celebri di Antoni Gaudí, come la Sagrada Familia, Casa Batlló e La Pedrera

Questa zona rappresenta il centro moderno della città, dove affari, shopping, gastronomia e architettura si fondono creando un’atmosfera dinamica e cosmopolita. L’Eixample si divide in due macro-aree: Izquierdo (“sinistro”), noto per il suo schema a griglia e gli edifici modernisti, e Derecho (“destro”), molto vivace ma più turistico. In totale, l’Eixample è composto da sei quartieri:

  • Dreta de l’Eixample
  • Antiga Esquerra de l’Eixample
  • Nova Esquerra de l’Eixample
  • Fort Pienc e Sagrada Familia
  • Sant Antoni

D’altra parte, quando si parla di centro storico di Barcellona, ci si riferisce alla Ciutat Vella, che include i quartieri del Gótico, el Raval, la Barceloneta e il Born. Questa è la parte più antica della città, dove ogni vicolo racconta secoli di storia. Il Barri Gòtic, con la sua Cattedrale e le piazze medievali, è spesso considerato il vero cuore storico di Barcellona. Le sue stradine labirintiche offrono un contrasto affascinante rispetto alla pianificazione ordinata dell’Eixample.

La dualità tra l’Eixample e il centro storico riflette la natura eclettica di Barcellona: una città che abbraccia sia il nuovo che l’antico, celebrando la sua ricca eredità storica mentre continua a innovare e a crescere. Visitare entrambe le zone vi darà senza dubbio una visione completa e autentica dell’unicità di Barcellona.

Facciata di Casa Batllò su Passeig de Gracia
La facciata di Casa Batllò

Le vie più importanti del centro di Barcellona

Fatta questa premessa, vi presentiamo quelle che sono considerate le arterie centrali di Barcellona. Ci spostiamo tra Eixample e Ciutat Vella per darvi la più completa panoramica possibile:

Passeig de Gràcia

Passeig de Gràcia non è solo una delle strade più eleganti di Barcellona, ma è anche l’essenza del modernismo catalano. Con negozi di lusso, hotel prestigiosi e ristoranti raffinati, questa via è famosa per ospitare due delle più celebri creazioni di Gaudí: Casa Batlló e La Pedrera. Durante una passeggiata, potete ammirare una vetrina continua di architettura straordinaria, inclusi edifici firmati da altri architetti modernisti come Lluís Domènech i Montaner.

Gran Via de les Corts Catalanes 

La Gran Via (come la chiamano i barcellonesi) è una delle arterie più importanti di Barcellona, che attraversa la città da est a ovest. Vi sembra lunghissima? Lo è davvero: è la strada con più numeri civici della Spagna! Questo enorme viale è un mix poliedrico di edifici residenziali, commerciali e culturali: per gran parte della sua lunghezza, è composto da controviali per le auto e grandi marciapiedi alberati per passeggiare con calma. 

Via Laietana

Costruita all’inizio del XX secolo per collegare l’Eixample con il mare, Via Laietana è una via trafficata che taglia in verticale il cuore storico della città. È fiancheggiata da edifici imponenti come la sede della Banca di Spagna e il Palau della Musica Catalana, un esempio splendente di modernismo catalano. La via è un connubio perfetto di affari e storia, con numerosi caffè e negozi che animano il suo percorso.

La Rambla

La Rambla è una delle vie più famose di Barcellona, tra i simboli più riconoscibili della città. È un vivace boulevard alberato che si estende per 1,2 chilometri da Plaça Catalunya fino al monumento a Cristoforo Colombo che guarda il porto turistico. Con i suoi artisti di strada, i mercati all’aperto come La Boqueria e i numerosi caffè, La Rambla vi fa calare immediatamente nell’atmosfera frizzante di Barcellona: scendendo verso il mare incontrerete statue viventi, musicisti, mimi, caricaturisti, fiorai e, nei giorni festivi, mercatini di artigiani.

Carrer de la Princesa

Come una vena che attraversa il cuore del Born, Carrer de la Princesa è una strada che incanta con il suo fascino bohémien. Dedicata a Isabella di Borbone, la strada si snoda per 500 metri tra Vía Laietana e Passeig de Picasso, è stata la prima di Barcellona a essere pavimentata con l’attuale sistema di sampietrini. Qui un tempo si alternavano molte botteghe storiche: oggi potete apprezzare gallerie d’arte moderna, cocktail e tapas bar e pasticcerie storiche come Torrons i dolços La Campana.

Vicoli del quartiere Born
Vicoli del quartiere del Born

I quartieri del centro storico di Barcellona

Se state pensando di dedicarvi a un bel giro a piedi per la Ciutat Vella, il centro storico di Barcellona, saper orientarsi tra i suoi quartieri (e non perdersi nei labirinti di stradine!) è importante. Ecco una breve panoramica dei suoi quattro meravigliosi quartieri:

Gótico

Il Barri Gòtic, o Quartiere Gotico, è il nucleo più antico di Barcellona e il suo cuore medievale. Con le sue strade strette e labirintiche, questo quartiere ospita la Cattedrale di Barcellona, con la sua imponente architettura gotica. È un quartiere ricco di storia, dove si trovano anche la Plaça del Rei, un luogo incantevole circondato da palazzi storici, e la Plaça Sant Jaume, sede del governo della città e della Generalitat di Catalunya. Camminando per le sue strade si respira l’atmosfera storica che ancora oggi pervade l’area.

Born

Il Born è il quartiere che nel Medioevo ospitava i fastosi palazzi e le case signorili delle famiglie di ricchi mercanti. Oggi invece tra le sue strade acciottolate si alternano botteghe artigiane, gallerie d’arte, caffetterie, ristoranti trendy e locali notturni. Noto per il suo ambiente artistico e la vita notturna, qui trovate il famoso Museo Picasso e il Centre Cultural del Born, situato in un antico mercato del XIX secolo restaurato.

Raval

Il Raval è il quartiere di Barcellona che si distingue per il suo spirito eclettico e multiculturale. È sede del MACBA (Museo d’Arte Contemporanea di Barcellona) e del CCCB (Centro di Cultura Contemporanea), che attirano amanti dell’arte da tutto il mondo. A noi di Visitare Barcellona il Raval piace per la sua varietà gastronomica, con numerosi bar e ristoranti che offrono cucine da diverse parti del mondo e riflettono la diversità della sua popolazione.

Un vicolo del Raval con le bandierine tra le case e gli espositori esterni dei negozi
I colori del Raval

Barceloneta

La Barceloneta, originariamente il quartiere dei pescatori, è famosa per le sue spiagge e per il lungomare che i barcellonesi vivono con passione in ogni stagione dell’anno. Questa zona offre una perfetta combinazione di relax in spiaggia e vita notturna con molti bar e club vista mare. Nonostante la modernizzazione, ha conservato il suo carattere marittimo, con ristoranti che servono alcuni dei migliori piatti di pesce e paella in città.

Musei e attrazioni del centro storico di Barcellona 

Il centro storico di Barcellona racchiude anche alcuni dei musei e delle attrazioni più iconiche della città. Quali di questi vi ispira?

Catedral del Mar

La Catedral del Mar, ufficialmente nota come Basilica di Santa Maria del Mar, è un esemplare maestoso di architettura gotica che impreziosisce il quartiere del Born. Costruita nel XIV secolo dai mercanti e dai marinai di Barcellona, questa Basilica è celebre per la sua imponente semplicità e la bellezza delle sue ampie navate, che creano un senso di spaziosità e luce. Santa Maria del Mar ha guadagnato ulteriore notorietà grazie al romanzo “La cattedrale del mare” di Ildefonso Falcones, che racconta la storia della sua costruzione. Oggi, è un luogo di culto attivo e un’attrazione turistica imperdibile!

Museo Picasso

Situato nel quartiere del Born, il Museo Picasso ospita una delle più estese collezioni di opere di Pablo Picasso: sono circa 4.000 opere, quasi tutte del primo periodo di attività dell’artista. Il museo evidenzia la profonda connessione dell’artista con Barcellona. Gran parte delle opere, infatti, sono state donate al museo proprio da Picasso come ringraziamento all’amico barcellonese Jaime Sabartés, ideatore e grande sostenitore del museo.

Museo Picasso di Barcellona

Palau de la Música Catalana

Un gioiello del modernismo catalano, il Palau de la Música Catalana è una sala concerto che incanta con i suoi mosaici colorati, sculture intricate e un magnifico soffitto in vetro. È considerato l’Auditorium modernista più singolare al mondo, e patrimonio dell’Unesco dal 1997: quando vi ritroverete di fronte alla sua facciata decorata capirete perché. Offre regolarmente concerti che spaziano dal jazz alla musica classica.

La Cattedrale di Barcellona

Nel Barri Gòtic, la Cattedrale di Barcellona è un’imponente costruzione gotica con un maestoso interno e un tranquillo chiostro. Siamo sicuri rimarrete a bocca aperta di fronte alla sorprendente facciata che si apre sulla Plaçita de la Seu conosciuta anche come Plaça de la Catedral. La cattedrale è un simbolo dell’antica grandezza religiosa e architettonica della città: all’interno della cattedrale troverete statue e cappelle dedicate a più di 140 santi.

La Boqueria

Il Mercato de La Boqueria, situato lungo La Rambla, è un paradiso per gli amanti del cibo. Con una storia che risale al 1200, oggi è un vivace mercato dove trovare prodotti freschi locali, tapas gourmet e dolci tradizionali. È il luogo ideale per assaporare i sapori autentici di Barcellona e per osservare la vita quotidiana dei suoi abitanti.

Moco Museum Barcelona

Il Moco Museum Barcelona è una recente aggiunta contemporanea al panorama culturale della città, focalizzato sull’arte moderna e contemporanea. Si trova nel quartiere dell’Eixample e presenta opere di artisti iconici come Banksy, Basquiat e Kaws. È un luogo dove l’arte si esprime in forme audaci e spesso provocatorie, ideale per gli amanti dell’arte che cercano qualcosa di diverso e stimolante.

Sala del Moco Museum con opera dello studio Irma
Moco Museum

MACBA (Museo d’Arte Contemporanea di Barcellona)

Nel cuore del Raval, il MACBA è il museo di arte contemporanea. Saprete di esserci arrivati quando vi ritroverete nella piazza affollata di skaters impegnati in ogni sorta di virtuosismi con lo skate. Il museo sfoggia un design moderno e collezioni di arte contemporanea che esplorano nuove tendenze e movimenti culturali. 

CCCB (Centro de Cultura Contemporánea de Barcelona)

Il CCCB è uno spazio multidisciplinare nel Raval che funge da ponte tra il mondo accademico e la società con mostre, conferenze e attività che esplorano temi urbani e culturali. La sua architettura moderna offre una tela perfetta per esibizioni che sfidano e espandono la comprensione del mondo contemporaneo.

MUHBA (Museo di Storia di Barcellona)

Il MUHBA offre un viaggio affascinante attraverso la storia di Barcellona, dalle sue radici romane fino all’epoca moderna. Situato nel Barri Gòtic, include diversi siti sparsi per la città, come le rovine romane sotterranee e le antiche mura della città, offrendo una prospettiva unica sul passato complesso e multistrato di Barcellona.

Museu Maritim di Barcellona

Ubicato negli storici Drassanes Reials, edificio che ospitava le antiche corderie di Barcellona vicino al porto, il Museu Maritim documenta la storia marittima della città. Le sue collezioni includono navi storiche, strumenti di navigazione e mappe antiche, celebrando l’importanza del mare nella formazione dell’identità e dell’economia di Barcellona.

MHCAT (Museo de Historia de Cataluña)

Il Museo de Historia de Cataluña, situato nel quartiere della Barceloneta, si impegna a conservare e diffondere la storia della Catalogna. Attraverso esibizioni interattive e educative, il museo racconta la ricca storia culturale e politica della regione, invitando i visitatori a esplorare l’identità catalana attraverso i secoli.

Hotel W Barcelona (Hotel Vela)

L’Hotel W, noto come Hotel Vela per la sua forma che ricorda una vela, è uno degli edifici più iconici di Barcellona. Situato alla fine della passeggiata della Barceloneta, offre viste spettacolari sul mare e sulla città. Dietro l’hotel, trovate la nuova Plaça de la Rosa dels Vents e un bellissimo cammino panoramico che sembra entrare nel mare (Nou Passeig del Trencaones).

La spiaggia della Barceloneta all'alba, con il cielo rosa e l'hotel Vela sullo sfondo
Alba sulla Barceloneta e l’hotel Vela

Se i musei sono la vostra passione, qui trovate una panoramica dei più bei musei di Barcellona (non solo del centro).

Come raggiungere il centro e come muoversi

Una delle cose più belle di Barcellona è la sua accessibilità. La città si gira facilmente grazie al suo eccellente sistema di trasporto pubblico che vi permette di raggiungere il centro in poco tempo da qualsiasi parte della città. Per informazioni dettagliate su come muoversi a Barcellona, date un’occhiata ai nostri articoli approfonditi:

Vi sono rimaste domande o dubbi su cosa vedere nel centro di Barcellona? Scrivetecele nei commenti!

    Nessun commento trovato.
Lascia un commento
Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con * sono obbligatori.