Oscar
Scritto da Oscar

El Born: tra chiese, locali e botteghe

| 51 commenti

Premetto che ho una passione per i quartieri un po’ bizzarri, che ricordano immagini di un tempo andato, con locande frequentate da viaggiatori e botteghe artigiane che emanano odore di legno e sudore! Ripercorrere le stradine del Born vuol dire intraprendere un viaggio nel tempo, tra i luoghi che gli uomini costruirono non solo con le pietre, ma anche e soprattutto con il loro rapporto con il territorio.

Prima di iniziare vi invito però a dare un occhiata ai nostri speciali tour guidati, che attraversano anche questo quartiere:

PARTECIPA AI NOSTRI
TOUR GUIDATI

Informazioni generali sul Born

Storicamente chiamato LA RIBERA, questo quartiere era un luogo frequentato da viaggiatori, pescatori, mercanti, artigiani ed artisti. Qui venivano celebrate le feste popolari, le lunghe processioni religiose e soprattutto era il luogo dove si facevano i vari tornei medievali. Infatti Born etimologicamente vuol dire torneo! Nonostante siano passati più di 700 anni, le sue caratteristiche medievali sono ancora il fascino di un quartiere che è riuscito ad armonizzare architettura moderna e gotica, dando vita a un’atmosfera sofisticata!

Oggi infatti il Born è uno dei quartieri più artistici e alla moda di Barcellona, un labirinto di strade con bar, botteghe e piazzette. Se scegliete di farvi una birra o una bevuta in tutti i localini “strani” che incontrerete per strada, vi toccherà prendere un taxi per tornare a casa! Ma oltre ad essere famoso per la sua vita notturna è questo un quartiere ricco di arte e cultura.

Il Born è uno dei quartieri che insieme al Barrio Gotico, al Raval e alla Barceloneta fanno parte della Ciutat Vella (per noi città vecchia). Arrivare al Born è molto semplice. Con la metro le fermate che lo delimitano sono quella di Urquinaona, Jaume I e Barceloneta (linea gialla L4), oppure Arc de Triomf (linea rossa L1). Se decidete di farvi una bella passeggiata, potete iniziare dalla famosa Rambla e addentrarvi prima nel Barrio Gotico e successivamente nel Born. I due quartieri sono divisi solo dai primi del novecento quando venne costruita la via Laietana, per collegare il nascente quartiere borghese dell’Eixample con il porto.

Cosa vedere nel Born

Assolutamente da visitare è la Basilica di SANTA MARIA DEL MAR, una delle chiese in stile gotico più belle di Barcellona. Intorno alla costruzione di questa chiesa, e alla movimentata vita della ciudad condal e del quartiere La Ribera nel XIV secolo, Ildefonso Falcones ci ha ambientato il best-seller La Catedral del Mar. Giganti pietre portate in spalla dagli abitanti dal Montjuic fino alla sua attuale ubicazione, per erigere “la chiesa fatta dal popolo, per il popolo”. Quando entro in questa basilica rimango ogni volta senza fiato per quello che rappresenta.

Per chi invece volesse vedere un vero e proprio reperto archeologico, al MERCAT DEL BORN (che non è più un mercato!) potete ammirare come era una parte della città prima della guerra di secessione spagnola nel settecento. Se invece volete vivere la vera atmosfera del mercato di “barrio” allora non perdetevi il MERCATO DI SANTA CATERINA, un edificio ristrutturato recentemente e con uno stile inconfondibile. La peculiarità del mercato arriva dal suo tetto ondulato, ricoperto da 325.000 piastrelle in ceramica di oltre 60 colori differenti, a rappresentare la diversità di frutta a verdura.

Vi consiglio di fare anche una passeggiata in CARRER MONTCADA, via che prende il nome da una famiglia aristocratica del 1300. Qui potrete ammirare i palazzi costruiti dai Montcada, che oggi ospitano gallerie d’arte e musei. Infatti è proprio in questa via che si trova uno dei musei più importanti di Barcellona, il MUSEO DI PICASSO. Per i “golosi” di arte a 200 metri dal Museo Picasso c’è il MUSEO DELLA CIOCCOLATA, piace molto ai bambini, e potrebbe essere un diversivo per le famiglie con pargoli al seguito! Per chi invece volesse rilassarsi e sdraiarsi su un prato o sotto un alberello, vicino ai vari musei c’è il Parco della Ciutadella.

Gente in coda alla Casa Batlló Gente in coda
Salta la fila e risparmia con i biglietti online!

Dove mangiare qualcosa!

Dopo aver camminato per ore nelle stradine del Born, ed esservi persi almeno un paio di volte avrete sicuramente un certo languorino! Il quartiere pullula di ristoranti e bar di tapas quindi non avrete difficoltà a trovarne uno che faccia per voi. Il mio amico e collega Pedro ha già dato qualche prezioso suggerimento culinario su alcuni ristoranti della zona nell’articolo MANGIARE A BARCELLONA.

Uno di questi è La PARADETA, buonissimo ristorante a base di pesce che si trova in carrer Comercial 7. Un altro ristorante è il caraibico PUERTO PLATA che si trova in carrer Tragì 1, dove oltre ad una abbuffata di cibo ti farai anche una scorpacciata di risate per il clima allegro che regna all’interno.

Quando ero ancora carnivoro mi piaceva molto il Restaurante EL FORO, in carrer de la Princessa 53. Qui potrete provare carne importata dall’Argentina, famosa per i suoi tagli e per la sua qualità. A pranzo è meno caro, ci sono dei menu che partono da 12,90€. Per chi volesse farsi un bel pezzo di carne alla parrilla consiglio il menu criollo, a 18€ ed oltre alla carne avete l’insalata, le patate fritte, dolce, acqua, vino e pane. La sera si spende intorno a 25€ a cranio.

Scoperto recentemente, in Carrer de la Princessa 16 c’è questo ristorante tipico catalano che si chiama NOU CELLER. L’aspetto è quello di un’antica bottega, con cucina casereccia, piatti semplici ma buoni. Il menù del pranzo costa 12 euro ed è forse uno dei migliori della zona, visto che si trova anche affianco al Museo Picasso, quindi una zona molto turistica.

Per gli amanti dell’hamburger il KIOSKO, vicino alla Stazione França, in carrer Marques de l’Argenterà 1bis. Serve delle mattonelle di carne macinata da 250 gr da accompagnare con varie salse e altri ingredienti da scegliere a vostro gusto. Per chi invece avesse solo voglia di spiluzzicare qualcosa potreste fare tappa al BORMUTH, che si trova in carrer Rec 31. Di solito è molto affollato, e vedrete i camerieri volare tra i tavoli, però fanno delle ottime tapas e l’ambiente e molto amichevole. Altro locale di tapas, che è un must nel quartiere è EL XAMPANYET, situato nella famosa carrer de Montcada. Qui manca poco che si tirino le tapas, regna il caos! E nonostante l’attesa fanno tra le migliori tapas del quartiere.

Se invece siete dei nostalgici e vi manca come sempre la cucina Italiana allora dovete provare il ristorante SPACCANAPOLI che si trova vicino all’Arc de Triomf, in via Carrer del Rec Comtal 6. Qui potrete provare diversi piatti della cucina mediterranea e napoletana: polpette al sugo (divine), pasta con patate, paccheri allo scoglio, fiori di zucca fritti e l’immancabile Pizza (a nostro parere una delle migliori di Barcellona).

Localini e Bar(n) nel Born!

Questo quartiere sembra non si fermi mai! Con il calare del sole comincia a prepararsi per una lunga notte all’insegna del divertimento e della festa! L’oscurità dei vicoli viene illuminata dalle insegne dei bar che luccicano tra le stradine, sceglierne uno è una cosa molto complicata. Io uso sempre la tattica del Ping-Pong, rimbalzare da un locale all’altro finche non ne trovo uno che mi piace!

Per trovare un ottimo MOJITO oltre all’ALSUR CAFÉ, in plaça de Sant Cugat, c’è il PITIN BAR in Passeig del Born 34, un locale storico che ha più di 50 anni alle spalle. Io sono un amante del Gin Tonic e vi posso dire che qui è veramente speciale! A volte il Born potrebbe asfissiare nella sua ricerca al fashion e all’alternativo. Per ritornare un po’ alla semplicità vi consiglio il CASA PACO, un locale che porta la classica nomea del bar del Barrio. Qui potete farvi una birretta oppure qualche cocktail, tra cui un’ottima Caipirinha.

È poi impossibile non menzionare il Passeig del Born, una via alberata con panchine e bar sempre trafficata. Per chi volesse proseguire la serata con un po’ di rock and roll vi consiglio il MAGIC in Passaig Picasso 40. Un disco bar aperto dal giovedì al sabato dalle 23 alle 6 di mattina. Qui potete ascoltare un po’ di buon rock e magari beccarvi qualche concerto dal vivo. Nel Born c’è una delle associazioni cannabiche più importanti di Barcellona, El Circulo, attenzione però perché a meno che non veniate presentati da qualche socio non vi faranno entrare.

Fare shopping nel Born

La storia del Born ci insegna che questo quartiere è stato sempre un punto nevralgico del commercio di Barcellona. Infatti sin dal medioevo le sue stradine erano piene di mercanti e artigiani. Anche per questo alcune delle sue stradine hanno nomi tipo via dels Sombrerers (dei cappellai) oppure via dels Argenters (gli argentieri). Questo dovrebbe darvi già l’idea della quantità di negozietti e botteghe che vi faranno perder la testa.

Qui si può fare dello shopping di qualità e con pezzi unici. Occhio però al portafogli perché i prezzi possono essere abbastanza elevati! Le vie più rinomate per fare compere sono carrer de la Princessa e carrer de l’Argenteria. Ma i pezzi di artigianato, o di un vestito magnifico sono sempre nelle botteghe più nascoste, quindi perdetevi! Nel Born chi non cerca trova…!

Ora non vi resta che allacciarvi bene le scarpe…camminare, stancarvi e abbeverarvi!!

  • Maggio 12, 2015 at 13:59
    Karin
    Grazie per la dritta Oscar! (Y)
  • Maggio 11, 2015 at 17:06
    Karin
    Ciao Ragazzi! Innanzitutto complimenti per il blog, venerdì 15/05/15 parto con due amiche per Barcellona perciò cercavo in rete delle informazioni utili per ottimizzare i 4 giorni che potremo passare lì e grazie a voi ho trovato tanti spunti che seguiremo sicuramente. Volevo chiederti ancora qualche alternativa per una buona colazione nel quartiere El Born, dove caricarci di energie prima di partire alla scoperta della città....e dove non prendere qualche fregatura che ci farebbe iniziare male la giornata!! ;-) E già che ci sono qualche dritta su un ristorante di pesce magari sul mare.... Grazie!!!! K
    • Maggio 12, 2015 at 09:36
      osky
      Membri del team
      Oscar
      Hola Karim, grazie per i complimenti! Allora io vivo nel Born e proprio vicino a casa mia c'è un bar che si chiama MESCLADIS che si trova in Carrer Carders 35, lo noti perché ha un sacco di tavolini tutti colorati e l'ambiente è proprio quello del Born! Qui fanno succhi di frutta, mini panini, caffè e altro. Oppure un pochettino più avanti c'è Plaça de Sant Augusti Vell, dove puoi fare una buona colazione al bar Joanet.
  • Maggio 10, 2015 at 13:56
    maria
    Hola Pedro e Oscar! Sono tornata dal mio viaggio a BCN! La città è bellissima e spero di potervi ritornare! Volevo ringraziarvi per i vostri consigli! Sono stati utili ed indispensabili! Grazie a voi non ho avuto difficoltà a muovermi in città come se gia' la conoscessi e a raggiungere le attrazioni turistiche facilmente! Grazie grazie grazie!
    • Maggio 10, 2015 at 15:43
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Grazie a te Maria!!
Lascia un commento
Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con * sono obbligatori.