Pedro
Scritto da Pedro

Barcellona – Guida definitiva per turisti

| 508 commenti

Credo di potermi vantare di essere il blog su Barcellona che riceve e risponde a più commenti, ad oggi mi avete scritto quasi in 70.000 ed è la cosa che mi rende più fiero del lavoro che faccio, sapere di essere utile!

Basandomi su questa preziosissima esperienza acquisita, ho preparato l’articolo che state per leggere, con le informazioni che credo siano quelle che più interessano al turista. Non vi parlerò di quanti abitanti ha Barcellona, di quale regione fa parte, né di che colore sia la sua bandiera. Per informazioni del genere esiste Wikipedia; da me aspettatevi altro.

Prima di descrivere la città vorrei spendere due parole sulla responsabilità civica del turista straniero. Negli ultimi anni i cittadini di Barcellona chiedono al comune misure contro il turismo selvaggio. Schiamazzi notturni, scene di nudismo, bottiglie lasciate per strada, urinate sui muri, ecc.. sono comportamenti a cui nessuno vuole assistere e invito i lettori del mio blog a dimostrare che l’italiano in vacanza non ha bisogno di essere maleducato per divertirsi.

Clima a Barcellona

Ricevo tantissime richieste di aggiornamento meteorologico. Vi prego di tenere in conto che non sono un meteorologo; a volte mi chiedono che tempo farà da qui a sei mesi, difficile sapersi, però posso dirvi che ci troviamo più o meno sullo stesso parallelo di Roma, quindi aspettatevi un clima simile. Io vengo da Milano e qui mi sembra di stare alle Hawaii, non metto mai i guanti e difficilmente si scende sotto i 5ºC. Ma cerchiamo di essere più concreti:

  • GENNAIO-FEBBRAIO: sono i mesi più freddi. Di sicuro bisogna portarsi dietro piumino/cappotto pesante, berretto di lana e sciarpa. Non stiamo parlando di un freddo insopportabile però bisogna comunque coprirsi.
  • MARZO: è pazzerello anche qui, può fare freddo come a febbraio o essere mite come in aprile, perciò meglio controllare il meteo. Probabile che si possa cominciare ad andare in giro col giubbotto di pelle di giorno, ma la sera fa ancora freddo.
  • APRILE-MAGGIO: se vi tocca la fortuna può anche succedere di beccare una settimana calda dove si può andare in giro in maglietta e pantaloncini. Per la sera è invece più probabile che dobbiate portarvi dietro una felpa e un giubbotto leggero. È ancora presto per farsi il bagno in mare, ma in spiaggia sì che ci si può stare!
  • GIUGNO-LUGLIO: fa caldo! Gli infradito diventano obbligatori e ci si può fare il bagno in mare tranquillamente.
  • AGOSTO-SETTEMBRE: fa caldissimo sia di giorno che di sera, soprattutto in agosto ma negli ultimi anni neanche settembre scherza! Farsi un bagno in mare diventa obbligatorio e l’umidità si fa pesante (la buona notizia è che le zanzare almeno sono poche); meno abbigliamento vi portate meglio è!
  • OTTOBRE-NOVEMBRE: stessa descrizione che per i mesi di aprile e maggio.
  • DICEMBRE: negli ultimi anni non sta facendo freddissimo. Il giubbotto ci vuole ma non il piumino; la sciarpa invece meglio portarla.

In questo articolo abbiamo approfondito ulteriormente il discorso meteo a Barcellona. Il mio consiglio spassionato resta comunque quello di dare un occhio alle previsioni più che ascoltare me! Ecco il mio sito meteo di fiducia.

Attrazioni principali

Negli ultimi anni organizzarsi per vedere le attrazioni di Barcellona è diventato di vitale importanza. Dato il gran numero di turisti presenti in città bisogna COMPRARE I BIGLIETTI ONLINE per evitare così di fare le code agli ingressi. Non ci credete? Date un occhio al mio filmato di qualche mese fa.

Ma quali sono le attrazioni più belle che potete trovare a Barcellona? Sicuramente primeggiano le opere di Gaudí: la Sagrada Família, il Parc Güell, la Casa Batlló e la Pedrera, tra le altre. Non dimentichiamoci però del resto: il Camp Nou, la Fontana Magica, il Poble Espanyol, la Boqueria, la Rambla e il parco d’attrazioni del Tibidabo.

In quanto ai musei vi invito a leggere questo articolo dettagliato che abbiamo dedicato all’argomento.

Lungo mare di Barcellona con Hotel W Lungomare della Barceloneta
Prenota con noi il tuo prossimo viaggio!

Attrazioni “non principali”

Per chi di voi fosse interessato a conoscere la Barcellona meno turistica, sia per quanto le attrazioni che per le tradizioni, allora vi invito a dare un occhiata al blog di Claudia, lei è simpaticissima ed il suo sito ben fatto!

Trasporti

La rete di trasporti pubblici credo sia la migliore che abbia visto finora. Le linee di metro sono 11 e coprono l’intera città, quindi difficilmente camminerete più di 15/20 minuti per arrivare in un punto dopo essere usciti dalla metro; tra l’altro non è rumorosa, in generale è pulita e passa frequentemente. Dispone di aria condizionata e l’unica nota negativa è che quando si scende ai binari d’estate fa veramente molto caldo mentre si aspetta il treno.

Anche i bus cittadini offrono un ottimo servizio coprendo molte tratte e passando frequentemente (attesa massima sui 15 minuti). Gli ultimi prototipi di veicoli a disposizione che hanno fatto la comparsa pochi mesi fa sono poi strabilianti: elettrici e silenziosi, con un design futurista e wi-fi a bordo. Il problema è che per usarli senza perdersi bisogna conoscere un minimo la città o avere dimestichezza con questo tipo di mezzo.

Esistono poi tram, funicolari e altri mezzi che potete usare in città; per avere maggiori dettagli su ognuno di essi leggete questo articolo dedicato ai trasporti.

In questa pagina troverete le differenze principali degli abbonamenti turistici di Barcellona.

Tradizioni culinarie catalane

Già lo so che siete ansiosi di sapere cosa bolle in pentola! Voglio iniziare da qualcosa di tipico di tutta la penisola iberica, il JAMON SERRANO, e si.. è proprio lui, il prosciutto crudo! Gli altri salumi è meglio lasciarli perdere ma se non provate il jamon serrano siete degli incoscienti! È più stagionato del nostro e lo tagliano a fette più spesse; il mio preferito è la qualità Bellota.

Entrando più nello specifico della regione dovreste provare il PAN CON TOMATE, per accompagnare i vostri secondi piatti o le vostre tapas. Non è altro che pane leggermente tostato con strofinato pomodoro e aglio, se però è conosciuto in tutta la penisola un motivo ci sarà! Di piu sostanzioso abbiamo la BUTIFARRA CON ALUBIAS (salciccia con fagioli) e le PATATAS BRAVAS (sono patate tagliate in pezzi grandi, fritte e con una salsa piccante sopra; su richiesta la salsa usata può essere la leggendaria ALLIOLI, preparata con aglio e olio e che può sterminare chi vi sta intorno). È tutto talmente buono che abbiamo deciso di dedicare alle specialità catalane un articolo intero 🙂

Se avete la fortuna di passare le vostre vacanza in marzo o aprile allora una chicca che non potete farvi mancare sono i CALÇOTS, cipolle allungate della zona fatte alla brace e inzuppate di una salsa al pomodoro e peperone squisita. Spostandoci sul dolce la merenda tipica è la CIOCCOLATA CON CHURROS, mentre per chiudere in bellezza un pranzo potete chiedere la CREMA CATALANA (a me non piace molto perché è davvero troppo dolce). Ed ecco la lista dei miei ristoranti preferiti, dove potete trovare quelli tipici per provare queste pietanze. N.B: la paella è della regione di Valencia, non di Barcellona!

I vini locali personalmente non mi fanno impazzire ma tutto sommato non sono neanche male. Quelli che preferisco vengono dalla zona del Ribera del Duero (Valladolid), anche quelli della Rioja sono famosi però.

Tour del Barrio Gotico con Ilaria Ilaria che parla ai turisti
Scopri i segreti del Barrio Gotico con Ilaria!

Quartieri di Barcellona

Passiamo velocemente in rassegna i quartieri dove potrebbe ritrovarsi un turista:

  • QUARTIERE GOTICO. Fa parte del centro storico e si estende alla destra della Rambla (in direzione plaça Catalunya). Io lo divido in due: dalla fermata di metro Liceu fino a plaça Catalunya è molto commerciale, con famose vie dello shopping quali Portal de l’Angel o carrer Portaferrissa. Questa parte del quartiere ospita anche la Cattedrale e diversi ostelli della gioventù; è sicura e abbastanza tranquilla di notte. L’altra parte, quella dalla fermata Liceu alla fermata Drassanes è fatta di stradine buie di notte, innumerevoli locali, schiamazzi e gente ubriaca. Plaça Reial è il centro della movida di Barcellona; ideale per divertirsi, meno per soggiornare. In giro da queste parti potreste trovare qualche pseudo-spacciatore. I prezzi dei locali sono medio bassi, a parte in plaça Reial che possono essere più cari.
  • RAVAL. Fa parte del centro storico e lo troviamo alla sinistra della Rambla (in direzione plaça Catalunya); è una zona multi-etnica e c’è ancora più movida rispetto al quartiere Gotico. È un’intera zona di bar serali economici, aperti normalmente fino alle 2/3 di notte; difficile riposare se si alloggia in questa zona, più che altro vi conviene se siete giovani e volete spendere poco per sistemazioni generalmente fatiscenti. Io ci vado spesso per far fiesta e lo reputo la migliore zona per divertirsi, ma vi devo avvisare che in alcune sue parti è piuttosto degradata, con prostitute per strada e pseudo-spacciatori. Ultimamente gli abitanti del quartiere hanno preso l’abitudine di lanciare cose dalle finestre a chi fa rumore per strada, regolatevi…
  • EL BORN. Anch’esso fa parte del centro storico e si trova dall’altra parte della via Laietana rispetto al quartiere Gotico. È simile a quest’ultimo per la struttura delle viette ma è più raffinato per la qualità dei negozi, per fare shopping, per i suoi bar e la gente che li frequenta. I prezzi infatti sono un pelino più alti. L’ambiente delle sue piazzette secondo me è incantevole!
  • BARCELONETA. È l’ultima parte del centro storico; il quartiere che prima era un’isola e poi è stato attaccato alla terraferma. Ci ho vissuto per un paio d’anni e mi veniva da piangere quando mi sono trasferito: l’atmosfera popolare di questa zona di ex-pescatori mi è rimasta nel cuore e ogni volta che ci ripasso e vedo un anziano seduto con la sua sedia a prendere il fresco per strada mi ricorda tanto il paesino dei miei genitori in Calabria. La zona di passeig de Borbó e del lungomare è in preda ai turisti, però le sue viette interne pullulano ancora di barettini e ristorantini tipici. Negli ultimi anni molti appartamenti sono stati riconvertiti in alloggi turistici e hanno sprigionato proteste dei residenti per l’aumento generalizzato dei prezzi della zona.
  • VILA OLIMPICA. La fermata per raggiungerla è Ciutadella-Vila Olimpica ed è una zona di spiaggia e di discoteche (musica house e commerciale). Qui d’estate è la follia. A parte le grandi discoteche del lungomare, se andate sotto le torri a un certo punto vedrete una grande scalinata, lì sotto incontrerete una schiera di una ventina di disco-bar con musica soprattutto commerciale e reggaeton, ma anche qualcosa di salsa. Sono localini frequentati da turisti di qualsiasi nazionalità, gente del posto non ne troverete. Sono gratis, però se vuoi bere ti spennano. Di solito ogni localino ha almeno una cubista poco coperta. Io sconsiglio questi posti, c’è di meglio a Barcellona. Se decidete di andarci e non vi piace non date la colpa a me 🙂
  • SANT MARTI (dalla parte del mare). È un quartiere grande e dipendendo dalla vostra via potreste essere vicini al mare. È una zona d’uffici tranquilla e sicura e anche il mare da quelle parti è meno affollato e un po’ più pulito rispetto a Barceloneta e Villa Olimpica. Direi che vicino le fermate di metro Llacuna e Poblenou è una zona ideale per soggiornare se venite in famiglia e d’estate.
  • EIXAMPLE. Si tratta della foto copertina di questo articolo che state leggendo. Visto dall’alto è impressionante per la regolarità e l’ampiezza delle sue strade. È la migliore zona per alloggiare, sicura, tranquilla e ben fornita da mezzi e negozi; l’ideale sarebbe trovare alloggio a ridosso di una fermata di metro. È un quartiere gigante, infatti lo si divide in due parti: l’Eixample de Dreta che va più o meno da Passeig de Gracia alla Sagrada Família e l’Eixample de Esquerra che va da Passeig de Gracia a Sants Estació.
  • PLAÇA ESPANYA. È vicino ad alcune attrazioni importanti come la Fontana Magica e il Montjuïc però è un po’ più lontano dal centro vero e proprio. Suggerisco di alloggiare in questa zona se volete spender poco e trovare sistemazioni che costano meno che nell’Eixample. È una zona piuttosto tranquilla e ben comunicata con l’aeroporto El Prat.
  • GRÀCIA. Si trova tra le fermate di metro Fontana e Joanic ed è un altro dei miei quartieri preferiti per uscire a bere qualcosa. È una zona mista di catalani e viaggiatori (non molti turisti però) che rende una sensazione un po’ bohemienne. Di solito gli alloggi non sono modernissimi. Le sue piazzette (plaça del Sol, plaça de la Virreina e plaça Vila de Gracia in primis) sono davvero uniche e d’estate sono sempre affollate di gente che beve birra a nastro, chitarristi improvvisati e altri di miglior talento. Magari vi capita anche qualche sivigliano che vi fa un pezzo di flamenco, olè! I prezzi sono medi, una birra vale sui 2/3 euro.
  • SARRIA-SANT GERVASI. È la zona fighettina di Barcellona, della gente con più soldi. Ci si allontana dal mare e quindi le strade diventano sali-scendi, inoltre le fermate del metro scarseggiano e i locali/ristoranti sono dispendiosi. Consiglio questa zona a chi ha un tenore di vita alto e non è interessato a stare nel centro.
  • LES CORTS-PARC GUELL-GUINARDÓ-SAGRERA. Sono zone piuttosto lontane dal centro, le sconsiglio per alloggiare a meno che troviate importanti offerte che vi facciano risparmiare parecchi soldi.
Cerca il tuo alloggio

Emergenze e pericoli in città

In generale Barcellona è una città sicura, Milano o Roma mi sono sempre sembrate più pericolose. Qui il pericolo più grande è quello di incorrere in qualche borseggiatore nelle zone più turistiche. Basta però tenere gli occhi bene aperti e non succederà nulla! Fate attenzione anche a quando si attraversa per strada: molte volte automobilisti e motociclisti partono quando il verde non è ancora scattato, mentre i bus passano molto vicini ai marciapiedi e con gli specchietti vi possono fare un brutto scherzo! State attenti, sul serio, a Gaudí l’ha preso sotto un tram!

Se venite in macchina fate molta attenzione se altri conduttori vi dicono di accostare per qualsiasi motivo (capita che vi indichino un problema all’auto per poi derubarvi oppure che vi buchino una ruota per poi seguirvi e derubarvi; non voglio mettervi paura però a volte si sentono queste storie, in città e in autostrada).

Il numero unico per le emergenze è il 112. Potete chiamare questo numero per qualsiasi cosa di grave vi succeda. Nel caso di furti potete/dovete andare a fare una denuncia nei commissariati dei Mossos d’Esquadra; se avete subito il furto di documenti, oltre a sporgere denuncia come detto in precedenza, dovrete anche passare a fare un giro al Consolato d’Italia (che si trova in carrer Mallorca 270, fermata di metro Diagonal) e richiedere un documento provvisorio di viaggio se dovete prendere l’aereo. Nel sito del consolato dicono che oltre alla denuncia bisogna essere provvisti di 2 foto-tessere e copia del biglietto di viaggio.

Salute

Se avete avuto problemi di salute dovete invece recarvi al pronto soccorso di un’ospedale (se non potete andarci da soli il numero per richiedere un’ambulanza è sempre il 112). Una volta al pronto soccorso vi chiederanno il tesserino sanitario europeo e a quanto mi risulti non dovrete pagare nulla. Gli ospedali più importanti sono l’HOSPITAL CLINIC in carrer Villarroel 170 (metro Hospital Clinic, linea blu L5), l’HOSPITAL DEL MAR in passeig Maritim de la Barceloneta 25-29 (metro Ciutadella-Vila Olimpica, linea gialla L4) e l’HOSPITAL DE SANT PAU in carrer de Sants Quintí 89 (metro Sant Pau-Dos de Maig della linea blu L5 oppure Guinardó-Hospital de Sant Pau della linea gialla L4). In farmacia i medicinali più comuni si possono comprare anche senza ricetta del medico.

Prese elettriche

Le prese elettriche in Spagna sono come quelle italiane ma si utilizzano esclusivamente quelle a due poli. Si tratta delle prese internazionalmente definite come C. In caso doveste avere con voi dispositivi con prese a tre poli assicuratevi di portare con voi un adattatore.

Escursioni fuori Barcellona

La Catalunya offre davvero tanto! Quando mi chiedono cosa mi piace di Barcellona comincio parlando dei dintorni. Dovete scusarmi ma per un lombardo non è normale saper di poter prendere l’auto o un treno e ritrovarsi in 1 o 2 ore in Costa Brava! Le calette di queste località sono dei paradisi, l’acqua è trasparente e le insenature nelle montagne creano paesaggi da favola! Alcune sono difficili da raggiungere senza l’auto e soprattutto sono molto affollate i sabati e le domeniche, molto meglio visitarle un giorno in settimana. Sono tutte da scoprire ma le mie preferite ve le consiglio comunque: Tossa de Mar, Begur, Cadaqués, Palamós, Cala del Señor Ramón, Sant Pol de Mar e Sant Pere Pescador (quest’ultima non è una cala ma una spiaggia).

A sud di Barcellona abbiamo altre spiagge, questa volta più grandi e meno affollate. Vale la pena andarci se proprio non riuscite a mandare giù l’assembramento disumano di persone nelle spiagge della città. La mia destinazione preferita è Mongat, ma anche le spiagge di Castelldefels, Sitges e Calafell vanno benissimo.

Non dimentichiamoci poi del Montserrat; a questo ammasso roccioso dalle singolari forme ho dedicato un articolo a parte. La città di Girona pure è carina mentre non ho visitato ancora Tarragona. Se avete tempo e siete amanti della natura potete poi seguire i miei passi nella zona vulcanica della Garrotxa. Infine vi segnalo una zona naturale a cui pochi turisti si avvicinano: il delta del fiume Ebro.

Sagrada Familia Torri della Sagrada Familia
Scopri tutti i vantaggi dell’online City Pass!

Le feste popolari più importanti

Qua in Spagna ci si contraddistingue per le feste; non so se vi è mai capitato di andare alla corsa dei tori di Pamplona, alle Fallas di Valencia, alla Semana Grande di Bilbao, alla Tomatina di Buñol, alla festa dell’acqua di Lanjarón, alla feria de abril di Siviglia, al carnevale di Cadiz o delle Canarie, a Las Cruces di Granada… Ogni occasione è buona per un brindisi e se l’occasione è pure speciale allora ci si butta proprio via dalle risate! Anche a Barcellona abbiamo le nostre feste di tutto rispetto:

  • LA MERCÉ – 24 settembre. A dire il vero non si festeggia solo il 24 ma anche i 3/4 giorni che la precedono; è la patrona della città e le iniziative popolari e culturali sono centinaia. I momenti più importanti sono i castelli umani, i draghi “sputafuoco”, la cavalcata dei giganti e il ballo della sardana. Il programma serale prevede concerti e musica free per le strade.
  • LA FIESTA DE GRACIA – settimana centrale di agosto. Questo è un classico del delirio. Potrete assistere alle varie attivitá culturali presenti nel quartiere, anche se a mio modo di vedere sono superate in lungo e in largo dalle folle della notte. Durante tutta la settimana fanno concerti e DJ set sparsi nelle stradine di questo quartiere, che per l’occasione prepara decorazioni artigianali da appendere sui balconi. Alla fine la decorazione migliore vincerà pure un premio.
  • SAN JUAN – 24 giugno, ma si celebra la notte del 23!! In realtà è una festa di livello nazionale, peró qua si sente ancora di più.. sarà perché c’è molta spiaggia! Infatti la tradizione esige che tutti siano sulla sabbia per vedere i fuochi d’artificio. Poi inizia la movida tra bagni notturni, falò e seratoni in discoteca o al solito gratis amico Forum.
  • CARNEVALE DI SITGES. Non sono andato ancora a vedere quello di Rio, ma finora questo di Sitges è quello che mi ha regalato le migliori emozioni!
  • FESTA DELL’INDIPENDENZA – 11 settembre. I catalani dimostrano il loro attaccamento alla causa indipendentista in questo giorno. Non è una festa per turisti e non c’è festa la sera. È una vera e propria maxi-manifestazione.
  • SANT JORDI – 23 aprile. Il cavaliere regala una rosa alla sua dama e lei ricambia regalando lui un libro. La città si riempie dappertutto di banchetti .. e per le strade si respira un bel sentimento di unione.
  • SE VINCE IL BARÇA. Ma si, perché non inserirlo tra le feste popolari, alla fine capita così frequentemente che Messi e i suoi vincano che ritrovarsi in questa festa è una possibilità da tenere in conto. Quindi, se viaggiate a Barcellona in maggio, controllate se il FC Barcelona stia disputando una finale, perché se dovesse vincerla sappiate che il centro si riempie di persone esagitate, che si arrampicano sui lampioni e che col passare delle ore diventano pericolosi. Una volta mi è capitato di ritrovarmi manganellato perché la gente bruciava i cassonetti. Se vedete che l’ambiente si scalda filatevela subito, i poliziotti del posto non si fanno problemi coi manifestanti!

La vita notturna di Barcellona

Beh, che volete che vi dica che non abbiate già sentito?!? A Barcellona ci si diverte e qualcosa da fare lo si trova sempre! Diversi DJs internazionali sfilano per le discoteche della città, il genere più in voga è la musica elettronica, probabilmente dopo Berlino si tratta della seconda città in Europa per importanza. La musica elettronica vi fa fischiare le orecchie e preferite qualche altro genere? Non preoccupatevi, per capire quali locali facciano al caso vostro date un occhio alla mia lista delle migliori discoteche.

Festival musicali

  • SONAR. Probabilmente già sapete di cosa si tratta, i migliori DJs di musica elettronica hanno calpestato il tappeto rosso di questo festival. Si svolge ogni anno a giugno e arriva a fare entrare 90.000 persone. È famoso anche per i suoi esperimenti audio-visuali.
  • ANTI-SONAR. Sono programmazioni messe in piedi negli stessi giorni del Sonar dalle discoteche (e non solo) per accaparrarsi tutta quella gente che ha voglia di Sonar ma non é disposta a pagare l’alto prezzo del biglietto.
  • PRIMAVERA SOUND. Altra pietra miliare dei festival, qui si arriva addirittura a 170.000 presenti. I generi musicali primari sono il rock e il pop ma l’offerta è molto ampia e si arriva a toccare sempre le ultime tendenze di diversi generi musicali. Si svolge in Maggio.
  • BRUNCH IN THE PARK E BRUNCH ELECTRONIK. Negli ultimi due anni è diventato molto di moda, soprattutto tra i turisti! Si balla le domeniche pomeriggio all’aria libera, nella bella cornice del Montjuïc.
  • DGTL FESTIVAL: novità degli ultimi anni, è un festival di musica techno e house che sfida qualsiasi altro evento del suo genere su temi quali l’eco-sostenibilità e la creatività.
  • HOLI FESTIVAL. Sembra diventato famoso da poco; praticamente è una copia dell’importante e omonima festa indú. Non potrà mai essere la stessa cosa ma è un appuntamento divertente. Si svolgono diverse sessioni durante la primavera e l’estate.
  • FESTIVAL INTERNAZIONALE DI JAZZ. Le stelle del jazz fanno sempre una capatina a Barcellona in occasione di questo evento che si svolge in ottobre e novembre.
  • FESTIVAL JARDINES PEDRALBES. È un festival tranquillo e adatto ai meno scalmanati, in una zona ricca della città, con grandi nomi della scena musicale internazionale. Tra giugno e luglio.
  • CRUILLA. Qui più che altro tanti nomi locali, ma anche stelle provenienti da fuori. Gli stili musicali interpretati spaziano a 360º. A luglio.
  • BBF BARCELONA BEACH FESTIVAL. L’anno scorso è stato il primo, vediamo se lo ripetono. Si balla sulla spiaggia e vengono artisti di fama mondiale della scena musicale dance commerciale.
  • CIRCUIT FESTIVAL. Importante festival gay d’agosto.

Barcellona in generale è una città in costante fermento con un sacco di eventi, scoprite quali sono i prossimi!

Sport

Gli amanti della forma fisica non dovranno rinunciare durante la loro vacanza, Barcellona infatti ha molto da offrire a tutti gli sportivi.

Se c’è bel tempo e non potete rinunciare alla palestra, fate un giro all’Espigó del Gas tra il quartiere della Barceloneta e la Vila Olimpica. Lì troverete diversi attrezzi all’aria aperta che potrete utilizzare gratuitamente.

Se vi piace correre non perdetevi invece l’articolo dedicato alle principali manifestazioni della città tra cui distacca la ormai celebre Maratona di Barcellona, se non ce la fate a fare tutta quella strada non vi preoccupate, ci sono eventi per tutti i gusti e tutte le distanze.

I nuotatori potranno sfruttare il mare durante la bella stagione, in tal caso consiglio di dirigersi verso le spiagge meno affollate in direzione Forum,  io di solito vado a quella della Marbella. /!\ Attenzione!  La spiaggia della Marbella è gay e nudista per cui se non siete a vostro agio tra gli uomini nudi, preferite altre spiagge come ad esempio quella di Bogatell. /!\

Se non sapete dove lasciare le cose mentre nuotate potete utilizzare il servizio armadietto e doccia dell’Espai de Mar che si trova sulla spiaggia di Bogatell più o meno all’altezza del numero 8 del Passeig Marítim. Il costo per una giornata (9.00-19.00) è di 4.10€. Il centro organizza anche diversi corsi e da la possibilità di affittare tavole da surf e da paddle surf (SUP). 

Yoga. Se siete degli yoguini incalliti e non siete capaci di lasciare a casa il vostro mat potrete partecipare alle lezioni di uno qualsiasi dei moltissimi centri yoga che ci sono a Barcellona. Vi consiglio di provare lo studio Soham Yoga Barcelona, in Carrer de l’Alzina 5, nel quartiere di Gracia. Lo studio è specializzato in Ashtanga ma offre anche altri stili di yoga  (rocket, vinyasa flow). Le professoresse sono bravissime e nonostante  non parlino italiano (solo inglese e spagnolo) si faranno capire benissimo! Una lezione singola costa solo 12 euro! Srotolate il mat 🙂

Conclusione

Barcellona è riconosciuta internazionalmente anche per altre cose: la squadra di calcio, il circuito del Montmeló, il romanzo di Falcones, gli addii al celibato.. ma io voglio evidenziare la VERA MERAVIGLIA: l’incontro di persone provenienti da tutte le parti del mondo! Una città aperta e dialogante con i cittadini, che si sforza per costituire una rete di trasporti meno inquinante e investe nel settore online e nel turismo.

Nonostante i governi in Spagna e in Catalunya mi facciano arrabbiare un giorno si e l’altro pure, sono contento di vivere in Barna!!

  • Dicembre 28, 2014 at 16:36
    Giorgia
    Ciao Pedro, complimenti per il blog, veramente utilissimo!!!! noi saremo a Barcellona dal 1 al 6 gennaio e volevo un consiglio sulla fattibilità del programma che avevo in mente 1) arrivando nel pomeriggio ipotizzavamo semplicemnte la Rambla e Fontana Magica 2) Sagrada Familia + Parc de Guinardò + Parc de la Ciutadella 3) Casa Batlò + Pedrera + Parc Guell 4) Tour Camp Nou + Montjuc + Poble Espanol 5) Boqueria + Barceloneta + Quartiere gotico Ritieni che sia fattibile o è troppo pieno?? Ci sono troppe cose da vedere!! :-) Grazie Giorgia
    • Dicembre 28, 2014 at 16:50
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Hola Giorgia, il tuo programma mi sembra perfetto!! La Boqueria puoi farla nello stesso momento del quartiere Gotico.
  • Dicembre 28, 2014 at 10:12
    donatella deidda
    ciao pedro sarò a bcn dal 02/01 al 07/01 all' hotel azul. vorrei sapere dell'hotel info e quali musei posso visitare gratis il 04. inoltre cosa posso trovare di interessante o visitare nella zona hotel. grazie
    • Dicembre 28, 2014 at 13:31
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Hola Donatella, info specifiche sul tuo hotel non ne ho, non lo conosco personalmente. La zona é tranquilla e buona per gli spostamenti. Inoltre lo raggiungi comodamente ed economicamente dall'aeroporto con il bus 46. Nelle vicinanze puoi visitare plaça Espanya, Fontana Magica e Montjuic. Le domeniche, a partire dalle ore 15, puoi visitare gratis questi musei.
  • Dicembre 25, 2014 at 21:27
    Renzo
    Ciao pedro,siamo una famiglia e saremo a Barcellona con il camper dal 28/12 al 2/01; sapresti consigliarmi un'area di sosta, parcheggio o campeggio da poter utilizzare. Grazie e complimenti per il tuo sito che comunque è' davvero prezioso.
    • Dicembre 26, 2014 at 18:44
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Hola Renzo, il parcheggio piú vicino al centro mi pare sia in Passeig Taulat, a due minuti a piedi dalla fermata El Maresme-Forum.
  • Dicembre 19, 2014 at 19:10
    daniela
    Hola pedro per natale alloggero' in Poblenou sapresti dirmi se per la sera in quella zona troverò dei locali carini dove cenare? Grazie e complimenti per il tuo sito!!!!!!!
    • Dicembre 20, 2014 at 10:09
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Hola Daniela, nella zona della Rambla del Poblenou hai localini tranquilli dove bere e mangiare qualcosa, l'unico che peró conosco bene e che mi sento di consigliare é la pizzeria napoletana Mammamia! Si trova in carrer Pallars 230.
  • Dicembre 16, 2014 at 19:11
    Cinzia
    Hola Pedro, rieccomi con altre domande, calcola che rimaniamo a Barcellona una settimana dal 29/12 al 4/1: 1) sempre per evitare il grosso delle code alle attrazioni volevo sapere se prenotando i biglietti direttamente all'ufficio turistico in aereoporto agevola o meno 2) acquistando on line non si hanno gli sconti della Barcellona Card da quanto ho visto, quindi ci vale la pena acquistarla se le prenotazione in ogni caso conviene farle on line? 3) vale la pena visitare il Pople Espanyol e la Colonia Guell con cripta di Gaudì 4) le foto si possono fare ovunque, nelle varie attrazioni, o ci sono divieti? 5) se ci avanza tempo ci piacerebbe andare a vedere il Museo di Dalì, si riesce con i mezzi pubblici ad arrivarci da soli senza tour organizzati? 6) per salire a Montjuc cosa ci consigli? 7) e per il miglior panorama su Barcellona (tempo permettendo)? Scusa le domande infinite che sicuramente sono le solite
    • Dicembre 17, 2014 at 09:23
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Hola Cinzia, 1) Non puoi comprare i biglietti delle attrazioni in aeroporto; o li prendi online oppure devi fare la code alle biglietterie. 2) É proprio come dici. Devi scegliere fra gli sconti della Barcellona Card e saltare le code. 3) Il Poble Espanyol é molto carino, se hai tempo visitalo. La Colonia GUell invece mi vergogno un po' a dirlo ma ancora non l'ho vista. Dicono che la cosa bella é che Gaudí ha sperimentato lí varie tecniche che poi ha applicato alla Sagrada Familia. 4) Le foto sono vietate piú che altro nei musei, nelle attrazioni puoi farle. 5) nella sezione come arrivare al Museo Dalí spiego le varie alternative con treno e bus. 6) prendi il bus 150 da plaça Espanya e arriva fino al Castello. Poi da lí puoi farti una camminata per scendere volendo. 7) Il miglior panorama é da su in cima al Parco del Guinardó.
      • Dicembre 17, 2014 at 22:19
        Cinzia
        Grazie mille della informazioni e della tua disponibilità. Cinzia
  • Dicembre 12, 2014 at 03:39
    Francesco
    Hola Pedro, hai ragione Marina Gracia è posizionato leggermente meglio. Ho deciso porto l'auto e ho acquistato il ticket per 7 giorni. Ti aggiornerò sull'esperienza e mi propongo come collaboratore ;) Saluti
    • Dicembre 12, 2014 at 09:09
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Perfetto, fammi sapere Francesco!
  • Dicembre 10, 2014 at 10:36
    Francesco
    Hola Pedro, civico 359 credo che il più vicino sia Avda Gaudì. Se faccio questa opzione (alternativa parcheggio di Civitavecchia) ti aggiorno. Saluti
    • Dicembre 10, 2014 at 16:21
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Francesco, forse anche il parcheggio Marina-Gracia va bene (il numero 18). Fammi sapere come é andata per favore, cosí potró consigliare i prossimi!
  • Dicembre 10, 2014 at 06:36
    Francesco
    Hola Pedro complimenti per il blog, utilissimo è dire poco. Arrivo in nave da Civitavecchia il giorno 28 e riparto il 3 Gennaio e per motivi logistici devo imbarcare l'auto. Alloggerò a Padilla, Horta-Guinardó. Cosa mi consigli per il parcheggio in questi giorni? Ho visto che B:SM mette a disposizione una rete di parcheggi sparsi per la città utilizzando una card. Ritieni che siano fattibili alcuni spostamenti in città utilizzando questa rete? Grazie in anticipo
    • Dicembre 10, 2014 at 09:38
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Hola Francesco, la rete di parcheggi B:SM é piuttosto estesa, fai conto che é un servizio comunale; a me sembra un'ottima opzione. Se decidi di usufruirne mi farai sapere come ti sei trovato, per favore? Se mi dici il numero civico del tuo alloggio provo a indicarti il parcheggio piú vicino.
  • Novembre 28, 2014 at 20:00
    Santo
    P.S.: c`è in programma qualche evento nel periodo 4-9 dicembre ? Grazie.
    • Novembre 29, 2014 at 14:04
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Santo, non mi pare ci siano eventi particolari, a parte i mercatini di natale.
  • Novembre 28, 2014 at 19:54
    Santo
    Salve, dal 4 al 9 dicembre sarò con moglie e figlia 13nne lì a Barcellona. Sono riuscito a noleggiare una macchina (full coverage by rentalcar) per circa 80 euro e la userei per il tragitto aeroporto albergo aeroporto (alloggio vicino a Portal de Santa Madrona) e per eventuali spostamenti in caso di cattivo tempo o per maggiore comodità. Visto il prezzo mi conviene tenerla o usare i mezzi pubblici? Nel caso la tenessi come stanno messi ad autovelox li a Barcellona? Il tragitto aeroporto centro citta` nasconde qualche insidia ? Com'è di solito il clima i primi dicembre? Ti ringrazio in anticipo. Bella iniziativa complimenti! meritevole di patrocinio da parte dell`Ente del turismo di Barcellona.
    • Novembre 29, 2014 at 14:03
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Hola Santo, sinceramente prenderei l'auto solo se dovessi fare escursioni fuori cittá; i mezzi funzionano bene e trovare parcheggio non é facile se non si ha il permesso di residenza. Per raggiungere l'alloggio coi mezzi dovresti prendere il treno e a Sants Estació cambiare con la metro verde L3 fino a Drassanes. Il tragitto dall'aeroporto nasconde insidie, gli autovelox ci sono e funzionano anche bene! Stai sotto i limiti in quel tratto se decidi di noleggiare l'auto. I primi di dicembre dovresti trovare un clima da giubbotto abbastanza pesantuccio (non il piumino peró).
  • Ottobre 20, 2014 at 01:12
    Luca
    Ciao Pedro ti ringrazio per i tuoi consigli molto utili, e visto che sei cosi disponibile e gentile mi potresti consigliare cosa vedere?e dove mangiare una buona paiella? sto con mia moglie e mia figlia neonata, arriviamo il 3 gennaio pomeriggio fino al 7 genn. Ti ringrazio anticipatamente
    • Ottobre 20, 2014 at 09:53
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Hola Luca, puoi seguire questa guida su cosa visitare in tre giorni, sono indicati anche locali per mangiare. In quei giorni ci saranno molte attivitá carine in occasione dell'epifania, riscrivimi qualche giorno prima che ti aggiorno sul programma.
      • Ottobre 20, 2014 at 10:29
        Luca
        ok, grazie
  • Ottobre 2, 2014 at 09:54
    Cristina
    Ciao pedro il 23 novembre gioca il Barcellona quindi il tour nn si può fare?e quali biglietti per la partita ci conviene acquistare riuscendo a vedere nn in lontananza i giocatori?
    • Ottobre 2, 2014 at 13:30
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Cristina, ti ho risposto allo stesso commento che hai lasciato nel post del Camp Nou.
  • Settembre 16, 2014 at 14:15
    daniela
    Ciao Pedro. Arriverò a Barcellona da Bergamo il 27/9 con mio marito e mia figlia di 12 anni e ci fermeremo fino al 29/9 sera. Mio marito ha prenotato presso l'Hotel Cuatro Naciones - La Rambla 40 Ciutat Vella - secondo te è stata una buona scelta (due notti, camera tripla con colazione € 270)? Ti ringraziamo per i tuoi suggerimenti su come visitare la città in tre giorni. Abbiamo inoltre già preso i biglietti per l'ingresso alla Sagrada Familia e per il Bus Turistic. Grazie infinite. Daniela
    • Settembre 16, 2014 at 16:11
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Hola Daniela, la sistemazione è ottima come posizione per gli spostamenti. Va un po' meno bene se volete stare tranquilli perchè siete nel pieno centro turistico, con i suoi pro e contro. La sera è molto trafficata come zona.
  • Settembre 6, 2014 at 16:41
    valentina
    Ciao Pedro arriverò a Barcellona con la crociera il 25 novembre e mi fermerò giusto 4 ore cosa mi consigli da visitare velocemente???Come trasporto la metro vero???Grazie mille
    • Settembre 7, 2014 at 08:49
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Hola Valentina, puoi arrivare a piedi sulla Rambla fino alla fermata Liceu, lì prendi la metro verde L3 fino a Passeig de Gracia, vedi la Casa Batllò e la Pedrera e riprendi la metro a DIagonal (linea blu L5) fino alla Sagrada Familia. Poi ritorni al porto. Devi essere velocissima!!
  • Agosto 7, 2014 at 13:52
    Roberto
    Ciao Pedro,avevamo prenotato tramite ticket bar in data 13/07/2014 e riprovato poi in data 16/07/2014 bus barcellona x 2giorni ma non abbiamo mai ricevuto e mail x conferma voucher .oggi ricevo ex.c. Carta di credito e mi sono stati addebitati tutte e due le prenotazionii x importo complessivo di 140€ ci eravamo gia sentiti x questo motivo cosa posso fare x cercare di riavere i miei 140 € addebitatemi senza nessun servizio fornito.? Attendò tue notizie. Ciao Roberto
    • Agosto 7, 2014 at 21:40
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Roberto, scrivo a TicketBar e chiedo loro di verificare il pagamento e procedere con il rimborso. Ti metto in copia.
      • Agosto 8, 2014 at 17:41
        pietro
        Membri del team
        Pedro
        Roberto, mi sta dicendo TicketBar che ti ha chiesto dettagli sul pagamento e non gli stai rispondendo. Anche io ti ho scritto sulla mail e non mi hai piú fatto avere notizie..
  • Luglio 29, 2014 at 19:11
    Simona
    Ciao Pedro, complimenti per il sito. Arriverò il 5 agosto con marito e figli per la prima volta a Barcellona. Saremo alloggiati nel quartiere @22 All' Holydayin inn express, cosa ci puoi dire di questo quartiere? Considera che faremo 8 giorni alternando turismo culturale a spiaggia. Grazie mille delle info....
    • Luglio 29, 2014 at 22:18
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Hola Simona, è un quartiere tranquillo, d'uffici più che altro. Va bene per la spiaggia e per visitare la città.
      • Luglio 30, 2014 at 07:09
        Simona
        Grazie Pedro...sei un grande e una sicurezza...ancora complimenti per il tuo sito Blog...Ciao
  • Marzo 23, 2012 at 14:16
    Garden
    Ecco ,pero' MI RACCOMANDO, nn camminate una GIORNATA intera a vuoto andando dietro a una del gruppo che SI SPACCIA come GUIDA,solo perche':MA GUARDATE CHE L'HANNO SCORSO CI SONO STATA 2 GG E 16 H 1/2,BARCELLONA LA CONOSCO!!!!-------negativo,mai piu'.. piuttosto aspettate il giorno dopo,quando la CYBER GUIDA,compresa nel paccheto volo-casa, sara' finalmente disponibile.Almeno nn si cammina " A VUOTO"(attenzione loro nn hanno i piedi in carne come noi,loro sarebbero capaci di girare tutti i posti di questo blog in 3 h 1/2,....ho visto ragazzi che a fine giornata ,senza rendersene conto,camminavano ormai con le caviglie,i piedi nn c'erano piu!)....CONSIGLIO:PORTATEVI dietro una di quelle sedie da campeggio pronto all'uso, e qualche bustina di zucchero,(oppure fottete il tutto a uno dei ristoranti piu famosi di plaza del re,ad esempio)nel caso le batterie della vostra CYBER GUIDA si scaricassero all'improvviso.Ogni riferimento a cose/persona, o fatti accaduti sono puramente casuali,ehhehe:-)
Lascia un commento
Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con * sono obbligatori.