Oscar
Scritto da Oscar

Il Parco della Ciutadella

| 69 commenti

Il Parco della Ciutadella è uno dei luoghi più rappresentativi di Barcellona, ed è il vero polmone verde di questa città. È un posto perfetto per rilassarsi all’ombra di un albero secolare, riprendersi da una sbornia con gli amici, passeggiare in tranquillità o fare semplicemente un picnic con la famiglia. Leggete questo articolo per informazioni su cosa visitare e sulle attività da fare al Parco.

Come raggiungere il parco e altre info

  • Indirizzo: Passeig de Picasso 21 o Passeig de Pujades 5
  • Orario d’apertura: tutti i giorni dalle 8.00 alle 22:30
  • Prezzo: l’ingresso al parco è gratuito
  • Come arrivarci: la fermata del metro più vicina è “Arc De Triomf” sulla linea rossa L1 oppure Barceloneta/Villa Olimpica sulla linea gialla L4.

Un po’ di storia

Questo famoso parco sorge proprio sui terreni su cui Filippo V fece costruire la sua cittadella militare, fortezza che utilizzò per controllare e difendere la città di Barcellona dal 1715. Per costruirla il Re dovette abbattere parte delle mura situate a nord-est della città e oltre 1000 case del popolare quartiere della Ribera, l’attuale Born.

Dopo la rivoluzione del settembre 1868 (la Gloriosa o Revolución de Septiembre) il Generale Prim (di cui potete vedere anche una statua all’interno del parco), cedette tutto lo spazio alla nascente borghesia catalana, con la condizione che si facesse un parco pubblico.

Nel 1870 Josép Fontseré vinse il concorso per la progettazione del parco che doveva essere finito per celebrare l’imminente esposizione universale del 1888.

Cosa vedere nel Parco della Ciutadella

Il Parco de la Ciutadella non è solo sinonimo di svago e relax, i suoi giardini nascondono infatti un ricco patrimonio storico e culturale tutto da scoprire. Il parco è considerato poi il più grande centro di aggregazione sociale della città di Barcellona, è qui infatti, che quotidianamente si riuniscono artisti di strada, musicisti, famiglie e una miriade di pappagalli verdi 🙂

Cascata Monumentale: è uno dei luoghi più spettacolari del parco. La cascata è stata disegnata e progettata da Josep Fontseré che si avvalse dell’aiuto di un giovanissimo Antoni Gaudi per alcuni dettagli decorativi. Il motivo principale della scultura, che si trova al centro, sotto i 4 cavalli dorati, è il Nacimiento de Venus dello scultore Catalano Venanci Vallmitjana. Qui davanti alla cascata tutti i giorni si presenta il “Bollaio del Parco”, ovvero colui che fa impazzire i bambini con delle bolle di sapone giganti.

Castello dei tre dragoni: questo è uno dei primi esempi di edificio modernista. Progettato dalla mente vibrante di Lluís Domènech i Montaner (lo stesso del Palau de la Musica) a cui era stato affidato il compito di costruire una caffetteria e un ristorante che potesse accogliere i grandi commercianti e i visitatori dell’esposizione universale di Barcellona. Prima ospitava il museo di Zoologia di Barcellona, ma ora è chiuso al pubblico.

Umbraculo: sarebbe una serra, però con delle caratteristiche peculiari. Si tratta di un mega capannone di mattoni, ferro e delle lastre di legno. All’interno si trovano diverse varietà di piante subtropicali che sopravvivono grazie ai raggi di sole che passano attraverso le asticelle di legno.

Homenatge a Picasso di Antoni Tàpies: situato appena fuori i cancelli del parco, su Passeig de Picasso, troviamo questa stranissima opera d’arte che Antoni Tapies ha progettato per omaggiare Pablo Picasso. Sostanzialmente si tratta di un cubo di vetro contenente pezzi di vecchi mobili e travi d’acciaio, con l’acqua che scorre lungo le pareti.

Tra le altre cose che meritano una menzione, all’interno del Parco troviamo anche la ricostruzione gigante di un Mammuth, la celebre Dama del Paraguas (Dama con l’Ombrello) che fu per molti anni il simbolo di Barcellona, un laghetto, lo Zoo di Barcellona e infine il Parlamento della Catalunya.

Il Parco è sempre più spesso palcoscenico di diversi eventi organizzati dalla città di Barcellona, tra cui la rinomatissima Festa de la Merce.

Tour del Barrio Gotico con Ilaria Ilaria che parla ai turisti
Scopri i segreti del Barrio Gotico con Ilaria!

Una giornata al Parco

Durante i periodi più caldi dell’anno il Parco della Ciutadella si trasforma in un punto d’incontro di persone provenienti da tutte le parti del mondo. Giovani, meno giovani e famiglie vanno al parco per rilassarsi, giocare, correre, fare sport, ballare e perché no, anche per farsi qualche birretta con gli amici 😉

Se siete una famiglia in vacanza e avete bimbi al seguito che non ne possono più di visitare musei e bellezze architettoniche… non temete! Portateli al Parco della Ciutadella e lasciateli liberi di correre, giocare e stancarsi!

Ecco qualche consiglio per passare una piacevole giornata al parco:

Pic-nic. Neanche a dirlo il Parco della Ciutadella è il posto ideale per fare un buon pic-nic in compagnia di amici o familiari. Ci sono prati interi dove poter piazzare il vostro pareo e apparecchiare per un bel pranzetto al sacco. Portatevi tutto il necessario perché all’interno c’è solo un bar che è abbastanza caruccio. In alternativa poteste andare a prendervi un ottimo hamburger al BACOA in Avenida del Marquès de l’Argentera 1 oppure al PIM PAM BURGUER in carrer del Rec 18 (entrambi tra i migliori di Barcellona) e mangiarvelo al parco.

Aperitivo. Ovviamente non ci dimentichiamo da dove veniamo e sappiamo dell’importanza che ha l’aperitivo per noi italiani! Visto che non ci sono posti dove poterlo fare “come dio comanda”, allora perché non cogliere l’occasione per godere delle ore in cui il parco regala le emozioni più forti? Si, perché dalle 18-19 si riempie di musicisti e artisti (tra qui alcuni molto bravi), e l’ideale è portarsi qualche birretta o bottiglia di vino e godere dello spettacolo in piena tranquillità; magari accompagnato da due salatini, un pezzo di formaggio, qualche affettato ed eccovi montato l’Aperitivo del Campione!

NOTA BENE: bere alcolici per strada non è legale, quindi non fatevi notare troppo dalla polizia! E non lasciate spazzatura in giro mi raccomando 😉
Giro in Barchetta. Vi starete chiedendo come sia possibile fare un giro in barca al parco?! Ebbene sì, all’interno c’è anche un piccolo laghetto. Qui per i consigli sulla navigazione all’interno del laghetto vi lascio al mio collega Pedro, grande esperto di barche e anche di remi recentemente:

  1. Aggiustate il ritmo sul vostro compagno di remate oppure optate per un solo rematore, altrimenti vi troverete a girare in tondo tutto il tempo.
  2. non sedetevi sulla prua della barchetta, rischierete altrimenti di prendere secchiate d’acqua ad ogni remata ed essere i primi ad andare contro cespugli, papere e barche varie con famigliole tranquille incorporate.
  3. meno entrate in contatto con l’acqua del laghetto meglio è…

Orari:

  • dal 24 marzo al 22 settembre dalle h 10.00 alle h 21.00.
  • dal 23 settembre al 23 marzo dalle h 10.00 alle h 18.00.

Il giro in barca è consigliatissimo per dare una sferzata di romanticismo al vostro viaggio di coppia, per tutti gli altri suggerimenti, consigliamo di leggere l’articolo con le esperienze più romantiche da vivere a Barcellona.

Luoghi di interesse nelle vicinanze

Se dopo qualche oretta di relax al Parco siete pronti per ripartire, date un’occhiata a questo articolo per decidere quale sarà la vostra prossima mossa, oppure continuate a leggere per scoprire cosa trovate nelle vicinanze.

L’entrata del Parco che da su Passeig de Picasso si trova proprio sul confine tra il quartiere Born (di fronte a voi sulla destra) e la Barceloneta, lo storico quartiere di pescatori, sulla sinistra. Entrambi i quartieri meritano una visita, trovate maggiori informazioni nei relativi articoli.

Andando verso la Barceloneta potete raggiungere facilmente la spiaggia, noleggiare una bici per fare una pedalata sul lungomare o semplicemente sostare in uno dei nostri ristoranti preferiti per gustare una buona paella.

Dall’ingresso principale del parco, parte invece la passeggiata che porta fino al bellissimo Arco di Trionfo, dove troverete anche la fermata della metro rossa che collega le principali piazze della città (Plaça Catalunya e Plaça d’Espanya).

Buona passeggiata a tutti!!

  • Agosto 2, 2015 at 17:32
    frnca
    ci aiuti a trovare un posto per dormire in jonquera dal 17 al 23 agosto? io sono invalida ed ho la sedia a rotelle.
    • Agosto 3, 2015 at 12:56
      osky
      Membri del team
      Oscar
      Franca ti ho risposto nel precedente commento. :-)
  • Luglio 7, 2015 at 21:43
    sara
    ciaoo :) sai se per caso vicino al parco della ciutadella ci sono discoteche, pub, o roba del genere? tipo a 15 minuti di camminata per esempio
    • Luglio 7, 2015 at 22:30
      osky
      Membri del team
      Oscar
      Hola Sara, se sei vicino al Parco della Ciutadella nelle vicinanze c'è il quartiere del Born, uno dei più alternativi di Barcellona. Qui puoi trovare un sacco di bar e localini, tra cui vi consiglio l'ALSUR CAFE in Plaça Sant Cugat e il PITIN BAR Passeig del Born, due posti dove fanno dei mojito spettacolari.
  • Maggio 16, 2015 at 18:37
    Laura
    Ciao Pedro o Oscar volevo sapere da placa catalunya come posso arrivare a questo parco??
    • Maggio 17, 2015 at 05:26
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Laura, se ci vuoi andare a piedi saranno 30 minuti. Altrimenti prendi la metro rossa L1 da Catalunya fino a Arc de Triomf e poi da lí ti fai 10 minuti di passeggio tra le palme per arrivarci.
  • Marzo 30, 2015 at 19:01
    francesca
    Ciao Pedro! il giro con la barca sai quanto costa?quanto tempo ci vorrà all'incirca per la visita del parco?
    • Marzo 31, 2015 at 04:46
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Francesca, se devo essere sincero non ci vado da parecchio tempo e non mi ricordo, peró si parlava di pochi euro. Per visitare il parco di metterai un'oretta (se non ti sdrai sotto un albero a riposare) ;-)
  • Novembre 27, 2014 at 12:41
    Valentina
    Hola Pedro, i miei complimenti per questo blog!!! Volevo chiederti in questi giorni com'è il tempo a Barcellona... ho visto il meteo e c'è pioggia :( Io arrivo domenica pomeriggio (30/12), e resterò fino a mercoledì mattina... spero che non mi confermi il brutto tempo....
    • Novembre 27, 2014 at 13:09
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Hola Valentina, dovresti trovare brutto solo domenica, poi gli altri giorni sole. Le temperature peró si abbasseranno ed é meglio se porti un giubbotto pesante per la sera.
  • Settembre 12, 2014 at 15:02
    Daniele
    Ciao..l'ingresso al parco è gratuito ?
    • Settembre 12, 2014 at 17:17
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      Si Daniele!
  • Giugno 19, 2013 at 19:00
    Nhomi
    il consiglio dell'esperta va seguito??? e veramente tanto buono questo hamburger???
    • Giugno 19, 2013 at 22:08
      pietro
      Membri del team
      Pedro
      jejejej.. Se sei un'appassionata di hamburguer non puoi perdertelo!!
  • Maggio 23, 2012 at 13:59
    Garden
    In oltre,se posso aggiungere, potrete incontrare molti turisti pronti a farvi una foto su una magnifica riproduzione a scala reale di mamut(o cm cavolo si scrive)...l unico incapace di questa operazione l abbiamo incontrato NOI..ben 3 tentativi falliti,il più bello e' stato quando tutti in posa a stile "backstreet Boys" (vale appena puoi carica la foto incriminata)il nostro "fotografo" pigia il pulsante di spegnimento ,vedendo l obbiettivo "ritirandosi" ho pensato:ma questo l'ha mai vista una digitale???...quando ormai avevamo perso le speranze,pronti a cambiare "turista"(magari uno che almeno 1 volta nella vita avesse visto una d quelle pubblicità dell'Unieuro,dove l'ottimismo e' il profumo della vita, o Mediaworld)ecco che spunta la Moglie,forse per "la vergogna",e prende in mano la "complicatissima" situazione...e finalmente 1-2-3...e la foto e' fatta!!...il marito incredulo e sconsolato prende in mano la fotocamera,cercando di capire quale trucchetto malefico avesse usato la moglie,MA NIENTE!nn e' mai arrivato ad una conclusione...e allora s'incammina e scompare nel verde di questo meraviglioso parco...ah,fate remare la vostra ragazza sempre e cmq,tanto si prendera' lei i meriti per tutto ugualmente,quindi risparmiate le forze ;-)
Lascia un commento
Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con * sono obbligatori.