Oscar
Scritto da Oscar

Il Rototom 2020 – dal 16 al 22 agosto a Benicassim

| 56 commenti

Il più grande festival reggae europeo, il Rototom Sunsplash, fa ogni anno la felicità di migliaia e migliaia di appassionati di questo genere musicale e dei valori che porta con se: tolleranza, antiproibizionismo, antirazzismo e rastafarianesimo. Se avete voglia di scatenarvi a ritmo di dancehall, reggae e ska, ecco cosa dovete sapere su storia, costo, lineup, come arrivare e info logistiche. 

La storia del Rototom

No woman no cry. Cosi cantava Bob Marley nel 1975. Arrivato in vetta alle classifiche mondiali, il profeta rasta con dredlocks scompare solo sei anni dopo. Ma quello a cui aveva dato vita non poteva cessare di esistere. Un movimento culturale fatto di amore, musica e marijuana.

E se oggi esiste un evento come il Rototom Sunsplash forse un grazie dobbiamo dirlo anche a Bob.

Il Rototom Sunsplash fa la sua prima apparizione nel 1994 a Gaio di Spilimbergo (Pordenone), per poi spostarsi nella provincia di Udine fino al 2009. Con molta amarezza per gli italiani e per grande gioia degli spagnoli dal 2010 si svolge a Benicassim (266 km da Barcellona): “merito” della legge Giovanardi-Fini sulle droghe leggere, che ha di fatto messo al bando il più importante festival reggae del mondo.

Il programma del Rototom 2020

Il Rototom Sunsplash in questi anni ci ha stupito con artisti del calibro di Popcan, Capleton, Barrington Levy, il leggendario Lee Scratch Perry e ancora Ben Harper, The Innocent Criminals, Koffee, Jimmy Cliff, Beres Hammond e Tiken Jah Fakoly… però ancora non conosciamo la line up del 2020.

Ci sarà da pazientare ancora un po’, nel frattempo vi facciamo venire l’acquolina in bocca con l’elenco degli artisti che hanno partecipato all’edizione del 2019:
Ziggy Marley, Chronixx, Busy Signal, Queen Ifrica, Marcia Griffiths, Israel Vibration, Brinsley Forde & Dennis Bovell present Babylon soundtrack, L’Entourloop, Iseo & Dodosound w. The Mousehunters, Naâman, O.B.F & The A1 Crew, New York Ska-Jazz Ensemble, Lila Iké, Marina P & Stand High Patrol, Gentleman’s Dub Club, Emeterians & Forward Ever Band, Taïro & The Family Band, Reemah, Stylo G, International Dub Ambassadors, Itaca Band, Iration Steppas Sound System, Renaissance Sound 30 years w. Jazzy T.

Non ci sarà solo Reagge e dancehall; per i nostalgici ci sarà anche tanto ska, giusto per non dimenticarsi dell’allegria e della spensieratezza che trasmette questa musica.

Biglietti per il Rototom 2020

I soldi da spendere per l’intero festival non sono poi così tanti, se si pensa che sono 7 giorni di musica e che altri eventi come il Sonar costano praticamente lo stesso per soli due o tre giorni di programmazione!

  • INTERO FESTIVAL (16 – 22 agosto 2019): 235€ euro compreso il campeggio (senza campeggio 195€). Se vi affrettate troverete delle release più economiche (potete risparmiare fino a 65€!). Se invece acquistate il biglietto in loco spenderete 5€ in più che online.
  • 2 GIORNI: 90€ compreso il campeggio (senza campeggio 70€)
  • Esistono poi altre opzioni, date un occhio alla pagina ufficiale del festival per maggiori info o per comprare i biglietti.

Io consiglio vivamente di fermarsi al campeggio, per vivere momenti tra i più belli e divertenti di tutto il festival. Ovviamente il campeggio offre tutti i servizi possibili: cucina, doccia, ristorante, zona wi-fi, area per le famiglie, ecc. Ed è anche vicino al mare!!

Non solo musica

Ma il Rototom non è solo musica. È anche una manifestazione schierata per l’impegno sociale e culturale che fin dalla sua nascita ha voluto rappresentare ed interpretare un altro volto del mondo. Multiculturalismo è la parola d’ordine, in un evento che unisce e ri-unisce persone provenienti da tutte le parti del mondo.

L’anno scorso l’organizzazione ha dichiarato 208.000 presenze; delle quali quasi 5.000 erano persone disabili e 16.000 minori di 13 anni (queste due categorie non pagano per entrare!)

Naturalmente il Rototom si impegna nella sostenibilità ed utilizza materiali plastic-free e ha installato più fonti d’acqua, così come contenitori per filtri di sigarette. Quest’anno sono stati aggiunti al camping 70 alberi di ulivo e vengono organizzati momenti per la pulizia dell’intorno e della vicina spiaggia.

Come arrivare al Rototom di Benicassim

Benicassim è una cittadina sulla costa del mediterraneo in provincia di Castellon de la Plana, situata a 90 km da Valencia. Per chi si trovasse in questa splendida città consigliamo di dare un’occhiata al blog VisitareValencia.com, gestito dal nostro amico Andrea, che vi darà qualche suggerimento su cosa fare e cosa vedere a Valencia. 😉
Ovviamente al Rototom potete arrivarci direttamente dall’Italia oppure farci un salto da Barcellona se avete qualche giorno a disposizione! Ecco le opzioni disponibili:

  • IN AEREO: nei giorni del festival c’è un servizio di bus-navetta dagli aeroporti di Valencia, Alicante, Reus e Barcellona, che porta direttamente a Benicassim.
  • IN TRENO: ci si può informare sul sito del Renfe. La stazione di Benicassim è ben collegata con le altre maggiori città in zona. Da Barcellona i treni ci impiegano circa 2 ore e mezza, partono dalla Estaciò de Sants e costano sui 15-25€ solo andata.
  • IN AUTO: o prendete la vostra auto e seguite il tom tom (potete noleggiarne una su Rentalcars) oppure  io consiglio BlaBlaCar, un sito di car-sharing che permette di arrivare ovunque, in buona compagnia e a basso costo!

Se avete dei dubbi sul Festival lasciate qui sotto il vostro commento. Peace and Love!

Lungo mare di Barcellona con Hotel W Lungomare della Barceloneta
Prenota con noi il tuo prossimo viaggio!
  • Aprile 23, 2014 at 10:34
    osky
    Membri del team
    Oscar Martucci
    Ciao Antonio..per usufruire del campeggio dovresti essere munito di una tua tenda personale. Io ho provato a fare un piccolo calcolo per gli ultimi due giorni di festival ( campeggio + entrata ) e dovrebbe costare intorno ai 70 euro a persona. NON dimenticare che con il passare del tempo i prezzi potrebbero crescere. Ciao
    • Aprile 23, 2014 at 16:59
      Antonio
      CIao Oscar grazie per la risposta ma venendo in aereo da Catania non posso portare nessuna tenda anche perchè dopo il festival passeremo 4 giorni a Barcellona in albergo. Quindi mi chiedevo quale fosse il modo migliore per pernottare lì. Tutti gli alberghi sono già prenotati.
  • Aprile 22, 2014 at 01:09
    Antonio
    Ciao volevo chiederti se sai se è possibile affittare una tenda per gli ultimi due giorni di festival. E se si dove?
Lascia un commento
Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con * sono obbligatori.