VISITARE SITGES DA BARCELLONA: info e trasporti

La costa catalana ormai si sa, è una delle zone costiere più belle della Spagna. Spiagge dorate, acque cristalline, divertimento. Le località sulla costa sono tantissime, ma ce ne sono alcune in particolare, che sono dei veri e propri gioiellini ed uno tra questi è la cittadina di Sitges.

Io l’ho fatta conoscere a tutti, amici, parenti, conoscenti e a tutti dicono “ Se vieni a Barcellona, e hai qualche giorno in più a disposizione, visita Sitges”.
Si trova nella Costa Dorada, all’interno del Parco del Garraf e raggiungerla è semplicissimo: dista 30 minuti da Barcellona e basta prendere un treno che vi lascia direttamente nel centro città, se invece non siete da mezzi pubblici, potete noleggiare una macchina su Rentalcars, ma vi anticipo già che non sarà semplicissimo parcheggiare.

Sitges
Cerca l’alloggio

Sitges è conosciuta per le sue spiagge, il mare pulito e cristallino, gli eventi culturali (famoso è il Carnevale) e per essere una delle città più gay-friendly della Spagna.
Ma andiamo per ordine!

Cosa vedere a Sitges

Anche se la maggior parte delle persone, me compresa, raggiunge Sitges per godersi le sue spiagge e la sua vita notturna, questa cittadina offre un vasto patrimonio culturale.. e di fatto il centro storico, è davvero carinissimo!!
Quando dico che la città è un piccolo gioiellino, non scherzo! Le stradine del centro storico sono incantevoli, la vista dalla spiaggia è magnifica ed il lungomare è favoloso, con le sue palme e i suoi chiringuitos.

La chiesa di Sant Bartomeu è quella che spicca su tutto, grazie alla sua posizione privilegiata affacciata sulla spiaggia che regala una vista magnifica sul litorale e sulla città.

Dietro le mura della chiesa si trova la parte più antica: le stradine sono strette, ci sono splendidi angoli nascosti da fotografare e piccole botteghe d’artigiani.
Se volete dedicare un po’ di tempo alla cultura, potete visitare:

Di fatto, a meno che non siate dei grandi appassionati d’arte, il mio consiglio spassionato e sincero è quello di passeggiare lungo le vie del centro storico, senza chiudersi in un museo..

Il centro è vivace ed anche se nei mesi estivi risulta essere piuttosto affollato, camminare per le sue strade è molto piacevole.

Le spiagge di Sitges

Uno dei motivi per cui vale la pena visitare Sitges e per cui ci vado spesso! 🙂 Le sue spiagge ed il suo mare, a differeza di quello di Barcellonavantano la Bandiera Blu.

4 km di spiagge, tutte super accoglienti e perfette per chiunque: ci sono le spiagge adatte per famiglie, le spiagge più movimentate per i giovani e poi ci sono anche quelle per gay e nudisti.

Le spiagge più vicine al centro città sono generalmente le più piene e affollate, ma se ci si sposta un po’ ne troverete altre più isolate. Le più conosciute sono Platja de la Fragata, popolare tra le famiglie e Platja de la Ribera, una delle più grandi. Tra le meno affollate, perché più distanti dal centro, ci sono la Platja de Terramar e la Platja de les Anquines.

Spiagge per nudisti e spiagge gay

Ebbene si, Sitges è una cittadina piuttosto libertina e tollerante.. e ci piace per questo! 😉 Le spiagge per nudisti sono principalmente tre e si trovano un pochino più distanti rispetto al centro cittadino.

Playa de las Balmins era esclusivamente per eterosessuali inizialmente, ma poi con il passare del tempo e con lo svilupparsi della comunità gay, è diventata mista. Anche se prevale il nudismo, non è comunque obbligatorio togliersi il costume.

La seconda spiaggia nudista si chiama Platja d’Aiguadolç ed è a 15 minuti da Playa de las Balmins. Anche qui potrete trovare eterosessuali e gay ed anche qui non è obbligatorio praticare il nudismo.

L’ultima spiaggia nudista è quella più distante e più complicata da raggiungere. Si trova a circa 45 minuti dal centro cittadino e per godersela bisogna fare anche un percorso piuttosto ripido lungo la costiera e camminare lungo le rotaie.. di fatto il nome di questa spiaggia è Playa del Hombre Muerto (o Spiaggia dell’uomo Morto), nome poco rassicurante..solo per veri avventurieri!

Per ultimo, la Playa de la Bassa Rodona, la principale spiaggia gay di Sitges, dove però non si pratica il nudismo. Più organizzata, dispone di ombrelloni, sdrai e servizi.

Sitges gay friendly

Come dicevo, Sitges è una delle città più “tolleranti” della Spagna ed è molto conosciuta e frequentata dalla comunità gay sopratutto nella zona nuova del centro, vicino al lungomare. Non solo spiagge, ma anche un sacco di locali notturni.

Conoscete la Calle del Pecado? Di fatto il vero nome è Carrer Primer de Maig, ma nella comunità gay è conosciuta così in quanto si trova in una delle zone fulcro del divertimento notturno: ristoranti, bar, pub.. si cena, si beve, si balla. C’è un locale per ogni ora della notte.

E se di giorno è frequentata da turisti che passeggiano per raggiungere la spiaggia o viceversa, di notte questa zona si trasforma. Ciò che più colpisce di questa strada è la sensazione di essere “in vetrina” quando passeggi.

È una delle cose che più mi fa sorridere quando vado a Sitges: proprio in questa strada di fatto, ci sono due bar con i tavolini fuori, uno di fronte all’altro e quando camminate, vi accorgerete come i ragazzi seduti si osservino l’uno con l’altro ed osservino il passeggio, scrutando ogni dettaglio.

Ci si sente un po’ osservati, l’ambiente è curioso, divertente e particolare.. me encanta!

Tra i locali notturni ed i bar più famosi, ci sono: l’ XXL, il Man Bar, il Bourbons e l’Oreks; e poi ancora il Privilege, il Comodin ed il B Side, il Leather Bar.. diciamo che l’offerta non manca!
PS: se siete interessati ecco alcune informazioni in più sulla vita notturna gay a Barcellona.

Informazioni utili per visitare Sitges

Cosa e dove mangiare

A Sitges si possono assaporare i piatti tipici della cucina catalana: le tapas più conosciute di sempre, i piatti di mare e montagna, l’arroz negro, etc..
Il piatto tipico però si chiama “Xato”, ed è un piatto di mare, preparato con merluzzo, tonno, acciughe, olive ed insalata (quella riccia tipo scarola), condito ed insaporito con la salsa romesco.
Dove assaggiarlo? In tutti i ristoranti della città. Io vi consiglio il ristorante “1918 Cuina de Mar”. Se volete mangiare delle ottime tapas vi consiglio La Punta di Sitges, mentre se volete provare qualche piatto più elaborato potete andare al Komokieras.

Gente in coda alla Casa Batlló Coda alla biglietteria di Casa Batllo
Salta la fila e risparmia con i biglietti online!

Eventi

A Sitges si fa un sacco di festa! Eventi culturali, concerti, festival, ma l’evento più importante è sicuramente il Carnevale: “il Carnevale dove tutto vale”, così dicono.
Sfilate, travestimenti, “corsa dei letti mascherati”.. uno degli eventi più bizzarri e divertenti!

Come raggiungere Sitges

Semplicissimo! Se arrivate da Barcellona il mezzo migliore è sicuramente il treno.

A Barcellona sono tre le stazioni da cui prendere il treno: Estació de França, Passeig de Gracia e Sants Estació. La destinazione finale del treno è Vilanova i la Geltru o St Vincenç de Calders. Voi dovrete scendere a Sitges.
Generalmente i treni passano ogni 20/30 minuti ed il costo è di 9,00€ a/r (corrispondente al biglietto semplice della zona tariffaria 3 acquistabile alle macchinette della metro). Consiglio di prendere il treno sempre da Passeig de Gracia o Sants, perché trattandosi di 2 stazioni importanti, il treno da lì passa sempre.

Un’alternativa è il bus E16 della compagnia Monbus*. Le fermate da cui parte sono situate in Ronda Universitat 33, Sepulveda, Plaça Espanya, La Campana, Ciutat Judicial e Gran Via 2 e impiega circa un’ora per raggiungere la città. La stessa compagnia offre collegamenti per questa località dall’aeroporto El Prat dal terminal 1 (se arrivate al T2 dovrete muovervi dall’altra parte con la navetta gratuita aeroportuale) e il bus ci mette circa mezz’ora. Le tariffe sono le stesse che quelle del treno.

*La compagnia Monbus si chiama ora “Autocar plana” (cercate questo nome sul bus).

Se invece avete noleggiato un’auto sicuramente godrete di maggiore flessibilità per muovervi. Questa può essere un’opzione interessante soprattutto se oltre a Sitges vi interessa avventurarvi in altre escursioni fuori Barcellona!